venerdì 22 marzo 2019

Se potessi ti cancellerei
Francesca Baldacci
GoWare
pag. 264
prezzo  € 11,89
e-book €

La Trama
Virginia Morelli, Ginny per gli amici, alias “Miss Sorriso”, è da decenni la scrittrice italiana di romanzi rosa più amata dal grande pubblico. Stefano De Foschi, alias “lo Squalo”, critico televisivo molto quotato e seguito, è tra i suoi detrattori numero uno: non perde occasione per stroncare con crudeltà tutti i suoi romanzi. Tanta acredine, però, nasconde qualcosa: Ginny e Stefano sono stati compagni di scuola al liceo, tra i due c’è stata una storia d’amore e odio che è rimasta loro nel cuore, malgrado entrambi siano sentimentalmente impegnati.
Il set del programma “Nero Shocking”, condotto da Stefano, li vedrà di nuovo faccia a faccia, riattizzando un fuoco mai spento e il ricordo dell’estate nel villaggio turistico di Lignano Sabbiadoro, che li ha visti adolescenti insieme, li riporterà a sognare.

Recensione
Un bel romanzo giocato sul filo della nostalgia e dei sentimenti veri, intensi come quelli che si vivono da adolescenti e che non si dimenticano mai.
Lei è Virginia Morelli, Miss Sorriso, autrice di romanzi rosa di grande successo. Ex prima della classe.
Lui è Stefano De Foschi, critico letterario tanto raffinato quanto spietato. Ex compagno di scuola di Virginia, alla quale non risparmia critiche feroci per i suoi libri.
Hanno vissuto durante i tempi del liceo un rapporto tormentato, d’amore e odio, mai del tuto chiarito, mai del tutto svelato e che ha lasciato le sue ombre nel cuore e nella mente di entrambi.
Si ritrovano dopo anni sul set televisivo della trasmissione che Stefano cura. Ognuno di loro con la sua vita, un compagno e un proprio percorso sentimentale.
E saranno scintille, nel senso che De Foschi non esiterà a fare letteralmente a pezzi Virginia, la sua scrittura, i suoi libri. 
Da questo momento, i fili che legavano i due si riannodano stretti stretti, inesorabili come i ricordi, come i sentimenti che riaffiorano incerti e vaghi sull’onda della musica anni settanta, delle immagini di estati lignanesi indimenticabili e solo apparentemente lontane.
La vicenda si svolge in un alternarsi ben costruito fra passato e presente, toccando argomenti interessanti come la critica letteraria, la rivalutazione del ruolo del romanzo rosa e la psicologia della vita di coppia, con i suoi risvolti più inquietanti e ombrosi.
Non mancano le scene romantiche, i fraintendimenti, le atmosfere che fanno sognare mentre i personaggi sono come sempre ben tratteggiati, i dialoghi a volte brillanti a volte taglienti come un bisturi, l’ambientazione suggestiva di una Lignano sempre amata. 
La prosa estremamente accurata rende gradevolissima la lettura di questo romanzo intelligente e garbato che conferma una volta ancora le doti narrative di Francesca Baldacci.
Un libro da leggere facendosi sfiorare dai ricordi e dalla note di  canzoni che alcuni di noi custodiscono per sempre nel cuore e nella mente.

Nessun commento:

Posta un commento