Angela Meloni


Incontro con Angela Meloni poetessa e autrice della raccolta di racconti La Stanza Rosa.

Angela da quando scrivi? Come e perché è nata in te l’esigenza di esprimerti con la scrittura
Ciao Laura, ti ringrazio per avermi accolta nel tuo blog. Io scrivo dal 2002. Ho cominciato a comporre poesie. Sì, per me scrivere è un’esigenza. Ho bisogno di questa forma di arte. È bello poter giocare con le parole, esprimere i propri stati d’animo visto che è sempre più difficile al giorno d’oggi parlare di noi stessi alle persone visto che la società sta diventando molto superficiale e faccio fatica a stare in mezzo alla gente, per cui mi rifugio nella scrittura.

Hai composto poesie e scritto racconti. Cosa ti dà la poesia e cosa la prosa?
Sia la poesia che la prosa mi danno tanta emozione e ho bisogno di entrambe le forme per potermi esprimere al meglio. Una non esclude l’altra.

Hai un genere letterario di riferimento?
Diciamo di sì. Sono una lettrice di romanzi dove si parla di sentimenti positivi, dove il Bene prevale, per cui posso solo scrivere storie piene di sentimenti.

Raccontaci del tuo lavoro… Immagino possa essere distinto a seconda che si tratti di poesia o narrativa. Nasce da un’ispirazione improvvisa o da una pianificazione di trama, personaggi, situazioni? 
Per entrambi i casi ho bisogno di essere ispirata. 

La tua ultima raccolta di racconti si intitola La stanza rosa. Ci spieghi il motivo di questa tua scelta?
Ho voluto intitolare la mia raccolta di racconti La stanza rosa, ispirandomi un po’ a una canzone di Biagio Antonacci In una stanza quasi rosa, dove lui racconta di due persone che si amano e che non devono mai vergognarsi dell’amore che si prova. 

Hai scelto la strada del selfpublishing. Come hai organizzato  il percorso che ha portato alla pubblicazione del tuo libro? Che fasi hai seguito? 
Ho intrapreso la strada dell’auto pubblicazione per una sola ragione: per questione di denaro. Le case editrici chiedono soldi e a volte troppi.

Che consiglio daresti a chi vuole pubblicare un libro?
A un giovane che vuole pubblicare il suo libro consiglio di non accettare di pubblicare a pagamento. Cosa sbagliatissima. 

Che cosa ci riservi in futuro?
Sto scrivendo un nuovo romanzo.

Bio
Da diversi anni sono un'appassionata di lettura. Nel 2002 ho cominciato a scrivere le mie prime poesie. Nel 2011 ho pubblicato presso una piccola casa editrice sarda, una silloge poetica dal titolo Nudità. Da qualche tempo, visto che la casa editrice ha chiuso, ho pensato di regalarla in formato ebook. Nell'aprile del 2014, ho pubblicato una raccolta di otto racconti sentimentali. Il tema centrale è l'amore in tutte le sue forme. Parlo dell'amore fisico, della mancanza di amore, amore materno, l'abbandono di amore…

1 commento: