mercoledì 13 febbraio 2019

Lungo il cammino
Lucia Maria Collerone
Kindle Edition ( Unlimited)
pag. 96
prezzo € 2,99

La Trama
È la storia di una ricerca che porta la protagonista, Maddalena, ad attraversare diversi momenti emotivi e sentimentali nella costruzione del proprio essere a questo mondo. Un’immagine fra tutte nel romanzo, prevale, la farfalla, che sempre evoca la leggerezza, la grazia e la delicatezza, caratteristiche alle quali si richiama anche lo stile e la lingua dell’opera. Maddalena è una donna forte, coraggiosa che affronta le difficoltà della vita con risposte uniche, dirompenti, a volte troppo irruenti, ma che hanno come unico denominatore l’amore-dono. Incontrare le sofferenze del mondo, le proprie e continuare a volare leggera e libera, la rendono titanica e unica nelle sue risposte al reale. Saper lottare, ma anche sapere rinunciare e credere che l’amore superi ogni confine, rendono l’incontro con Maddalena un’esperienza forte, dove la parola d’ordine è prima di tutto l’essere dono.

Recensione
Un romanzo vibrante e intenso come la sua protagonista, Maddalena: una donna di una bellezza particolare, dotata di un carattere determinato e di una coerenza estrema, di una lealtà con se stessa tanto notevole, apprezzabile quanto brutale. 
Perché essere sempre se stessi, difendere sempre le proprie idee, i propri principi morali ha un prezzo elevatissimo che pochi sono disposti e sanno pagare. 
Maddy invece lo fa sempre e comunque, è disposta a sacrificarsi in nome di quella autenticità e generosità assoluta che la contraddistinguono e che la portano a donarsi senza riserve, rivelandosi capace di rinunciare a un rapporto sentimentale importante e appassionato come quello con Nando ma che lei non sa vivere perché sente costruito sul male inflitto ad altri. 
E se ne allontana con la leggerezza del volo di una farfalla (quel tatuaggio che porta e la rappresenta così bene), anche se l’animo e il cuore pesano,  anche se le sue ali si fanno di piombo, anche se forse vorrebbe diversamente.
Fino a che il suo modo di essere, di porsi, di donarsi troveranno una effettiva, inattesa ricompensa.
Prosa accurata, ricca e capace di rendere le suggestioni ed emozioni che la vicenda narrata suscita, Lungo il cammino è un bel romanzo che propone una chiave di lettura sicuramente peculiare dei sentimenti e del modo di viverli.


Lucia, raccontaci di te. Della donna, della scrittrice.
Ho 55 anni, sono docente di lingue straniere in una scuola superiore della mia città e ho uno studio di Consulenza Cognitiva dove aiuto le persone che hanno difficoltà di studio e apprendimento. Sono una ricercatrice in Scienze Cognitive e mi interesso del processo di lettura e dei Disturbi Specifici di Apprendimento. Sono madre di due ragazze e un giovanotto e sono anche nonna di una bimba di quasi 7 anni. 
Narro le mie storie da quando ho imparato a scrivere. Nel 2000 ho cominciato a partecipare a concorsi letterari per narrativa di vario genere e li ho vinto praticamente tutti. Nel 2003 ho vinto il Premio Cimitile tra gli inediti e il mio romanzo Lungo il cammino è stato edito da Guida editore di Napoli. Nel 2010 il mio Young Adult sulla dislessia “200 giorni” viene acquistato da una casa cinematografica la Sharada film di Roma, e poi da una casa editrice l'Arethusa di Torino. Nel 2018 ho pubblicato un romanzo storico in self che ha avuto tanta fortuna  ed è adesso edito dalla casa editrice Writeup Site. Sono una narratrice compulsiva. Scrivo di tutto, ma soprattutto sono una lettrice forsennata. Ho fatto un sacco di di corsi di scrittura creativa e ne sto seguendo uno per la scrittura teatrale. Essere una docente di lingue mi aiuta a leggere proprio di tutto, anche in originale.

Come nascono le tue storie? 
Da esperienze nel reale, persone che incontro, immagini, canzoni, musiche, luoghi. Di solito nasce prima il titolo che l'inizio alla narrazione che poi si svolge dal caos e dal narrare stesso, come se fosse un film che vedo.

Più in concreto, che cosa ti ha ispirato la vicenda che narri in Lungo il cammino? E, soprattutto, la sua protagonista, una donna sicuramente peculiare.
L'idea era quella di raccontare una storia di vita che è eroica pur essendo quotidiana. Tutte le mie protagoniste sono eroine del quotidiano. Creare una storia di donne che ne evidenzi la grandezza e l'unicità. 

Che cosa c’è di Lucia in Maddy? Che cosa deve Maddy a Lucia?
Maddy è determinata come me, rigida nel suo modo di vedere il mondo senza sfumature, o nero o bianco. Maddy è siciliana e ama amare come me.

Lungo il cammino ha vinto il Premio Cimitile nel 2003. Che cosa ha significato questo riconoscimento per te come autrice?
Per la prima volta ho capito che potevo diventare una narratrice, che ero capace di dire le parole nelle quali gli altri si riconoscevano.

Cosa si propone di dare Lucia Maria Collerone autrice ai suoi lettori?
Ritrovarsi, trovare percorsi di pensiero, emozionarsi, farsi domande.

Il tuo romanzo Lungo il cammino era stato edito da una casa editrice. Successivamente, lo hai proposto come opera autopublicata. Che motivazione ti ha portata a questa scelta e che consigli puoi dare a chi vuole seguire la strada del self publishing?
Una volta scaduto il contratto capestro di edizione del romanzo che era il premio per l'inedito vincitore, ho deciso di rivederlo e renderlo più “contemporaneo” e poi il self per mettermi in gioco, magari per trovare un editore come è successo per L'amore brucia come zolfo.

Altre tue opere sono pubblicate da case editrici, che differenza riscontri fra self publishing e il rapporto  con l’editoria tradizionale?
Se l'editore davvero scommette su di te e crede nelle tue possibilità diventa un alleato, un compagno di viaggio, qualcuno su cui contare che conosce il “mestiere” e migliora me tue possibilità di farti conoscere e apprezzare. Se non è così ti fa perdere solo tempo prezioso. Meglio un self dove ti dai da fare da sola e sono le tue narrazioni a parlare.

Il futuro di Lucia Maria scrittrice.
Vincere il premio Strega o il Campiello è l'obbiettivo primario.
Continuare a scrivere le mie storie ed essere felice nel farlo.
Emozionare chi incontrerà le mie storie.

Bio
Ho 55 anni e sono un’insegnante di Lingue Straniere e una ricercatrice in Scienze Cognitive. Sono madre di tre figli e nonna di una bimba di 6 anni. Scrivo da sempre e ho vinto numerosi premi letterari nazionali per opere di narrativa per ragazzi e favole.  Ho anche pubblicato testi scolastici con la casa editrice Il Melograno di Milano e numerosi articoli scientifici sulle abilità di letto scrittura sono stati pubblicati in diverse riviste specializzate nazionali. Sono una cognitivista esperta in Disturbi Specifici dell’Apprendimento e una Cognitive Consultant. Ho pubblicato un libro scientifico sul processo di lettura dal titolo Il processo di lettura tra cognizione ed Educazione con la casa editrice Writeup Site. Ho svolto attività di formatrice sulle tematiche dell'apprendimento e dei DSA per 20 anni. I miei romanzi sono stati pubblicati da Guida ( NA), da Arethusa (To) da Writeup Site (Roma).

Nessun commento:

Posta un commento