domenica 2 settembre 2018

Un amore veneziano
Andrea di Robilant
Corbaccio
pag. 305
prezzo € 15,81

La Trama
Venezia 1753. A casa del console inglese Riccardo Wynne, il giovane aristocratico Andrea Memmo vede per la prima volta la figlia del console, Giustiniana. I due si innamorano perdutamente, ma Andrea Memmo è destinato a un'importante carriera politica e Giustiniana non può essere una moglie adatta a causa delle voci sulla vita "dissoluta" della madre di lei. La loro storia è destinata a restare clandestina e, finché è possibile, i due si incontreranno nei luoghi più sicuri di una Venezia splendida e decadente: i palazzi di amici compiacenti, i ridotti dei teatri, stanze in affitto in campielli isolati. Ma poi la famiglia Wynne si trasferisce all'estero, e Andrea e Giustiniana sono costretti a trasformare la loro relazione in uno splendido rapporto epistolare, di cui sono testimonianza le lettere trovate per caso dal padre di Andrea di Robilant nella soffitta di palazzo Memmo e che costituiscono l'ossatura di questo libro singolare e prezioso.

Recensione
Una storia d’amore clandestina fra un aristocratico veneziano e la giovane Giustiniana nella cornice di una Venezia splendida con i suoi palazzi che si specchiano nella Laguna, le sue notti di donne e uomini coperti da maschere che ne nascondono il viso e proteggono i segreti, gondole silenziose e campielli nascosti. 
Una protagonista intensa e volitiva, che diventerà una donna indipendente, colta e raffinata e il suo amante vittima di tradizioni, quelle della Serenissima ormai in decadenza, che rispetta e venera ma che gli pesano come un giogo.
E poi le estati nelle ville sul Brenta, la Parigi elegante e voluttuosa, Londra e la sua aristocrazia, lettere appassionate fra i due amanti che intervallano la narrazione: i presupposti per un grande romanzo c’erano tutti. Tutto faceva pensare che il lettore si sarebbe sentito coinvolto e avvinto da una trama e ambientazioni superbe. Peraltro la narrazione è incolore, la prosa è piatta, corretta ma insipida e toglie a Un amore veneziano quel qualcosa che lo avrebbe reso una lettura indimenticabile.

Nessun commento:

Posta un commento