sabato 14 maggio 2016


The babymaker 
E poi arriva l’amore
Emanuela Torri
Vanda ePublishing
pag. 214
prezzo € 11,96
ebook € 5,99

La Trama
Amore e passione in un centro sterilità? Il sentimento avrà la meglio sulla conta degli spermatozoi? Tra tanti donatori ci sarà chi donerà il cuore?
Penelope Belli, dottoressa con grandi aspettative professionali, è chiamata a partecipare a un grande progetto sull’incremento della natalità danese. Proprio a Copenaghen si imbatterà in Marcus Flick, affascinante trentacinquenne che donerà… tutto se stesso alla scienza. Tra gag surreali, personaggi sopra le righe e spermatozoi stanchi, le vicende di Penelope ci porteranno nel mondo colmo di speranze delle coppie pronte a procreare e degli uomini disposti ad aiutarle. Finché Cupido non lancerà le sue frecce…

Recensione
Penelope è una giovane medico specializzata nelle tecniche di fertilizzazione assistita. È molto stimata e apprezzata, tant’è che viene chiamata a lavorare in un centro a Copenaghen insieme alla sua amica e collega Laura.
Nella cornice dell’efficiente organizzata capitale danese, fra tecniche di laboratorio e prove di fertilità, discorsi assolutamente liberi e un po’ surreali su tecniche sessuali-amatorie, la nostra giovane dottoressa troverà la sorpresa più grande ad attenderla. Un bellissimo e fascinoso donatore, Marcus, dal quale si sentirà irresistibilmente attratta.
E sarà amore, dopo schermaglie piccanti, scrupoli professionali da parte dell’integerrima Penelope e che danno origine a dubbi laceranti che il sensuale Marcus saprà risolvere e allontanare. 
L’amore però non è tutto rose e fiori: i fraintendimenti, le situazioni ambigue e che si prestano a fin troppe spiegazioni sono sempre in agguato e rischiando di far naufragare il sentimento e la passione che unisce Penelope e Marcus.
Al punto che la nostra delusa protagonista decide di tornarsene in Italia, rinunciando a un futuro professionale interessante e all’amore. Ma gli imprevisti, le variabili non considerate sono sempre dietro l’angolo, pronte a far cambiare i piani di vita e di futuro più meditati e organizzati… E Penelope non farà eccezione a questa regola.
The Babymaker è un romanzo frizzante, gradevole, con spunti originali e un’ambientazione peculiare. Sfiora con garbo una tematica (quella della fecondazione assistita) di grande attualità, facendo riflettere, fra un sorriso e l’altro, il lettore.


Il mare è sempre lì che ti guarda
Emiliana Erriquez
Amazon Kindle
pag. 255
prezzo € 1,99

La Trama 
Barbara e Chiara sono cresciute insieme, si conoscono dall’età di sei anni. Stessa scuola, stesse avventure, stessi problemi adolescenziali. Fino a quando Barbara non incontra Andrea, un uomo più grande che ha un tale ascendente su di lei da allontanarla dalla sua migliore amica. Dopo mesi Barbara e Chiara si rivedono e comprendono gli errori commessi, promettendosi tacitamente di non separarsi mai più. Sullo sfondo della campagna pugliese, in una incantevole Ostuni con il suo mare azzurro e le sue spiagge affollate, le due ragazze diventano insieme donne, si ritrovano sposate, Chiara persino in attesa del suo primo figlio. 
Ma le cose sembrano cambiate, all’improvviso Chiara ha la sensazione che Barbara nasconda un segreto anche se non può immaginare quanto sia tragico. Con l’aiuto della sua amica, Barbara affronta quello che sembra il dolore più grande della sua vita prima che tutto all’improvviso cambi di nuovo e metta alla prova il suo equilibrio, la sua forza. Lottando per anni con i sensi di colpa, e i ricordi dolorosi che si affacciano in ogni momento della giornata, Barbara comprende quanto sia fortunata ad avere nella sua vita amore e dedizione, grazie a Chiara. 

Recensione
Un bel romanzo che parla di vita e di morte, di amore e di violenza e, soprattutto, di un sentimento vero, intenso, assoluto come può essere l’amicizia.
L’amicizia fra Barbara e Chiara, diverse fra loro eppure complementari, è la protagonista vera e autentica di questa vicenda che si legge con quell’appassionato coinvolgimento dei libri che sanno di verità, che narrano una storia che potrebbe essere la nostra  e nella quale è facile, naturale, istintivo riconoscersi e identificarsi.
Le fasi della storia di questa due ragazze, studentesse spensierate e poi donne complesse, ciascuna con una sua problematica esistenziale, sono segnate dal legame intenso che esiste fra loro che a tratti pare allentarsi ma che non si spezzerà mai, al punto di riuscire a superare e sopravvivere al più drammatico e definitivo degli addii, di rinascere e risorgere dalla morte, diventando eterno in un’esistenza nuova, nella quale Barbara e Chiara finiranno per trovare una fusione e identificazione ideale, totale.
Un romanzo che commuove, scuote, regalando speranza ma anche offrendo una risposta precisa e netta a quegli stereotipi che vorrebbero le donne in perpetua rivalità fra loro ( in particolare se c’è di mezzo un uomo) e incapaci di un’amicizia sincera e profonda.
Gradevole la prosa, a tratti profonda e toccante, ben caratterizzati i protagonisti ed efficacemente descritto l’ambiente (Ostuni, il mare e la campagna pugliese) che fa da sfondo alla vicenda, riflettendo con i suoi colori, sapori e profumi gli stati d’animo di queste due ragazze indimenticabili, che ci torneranno molto spesso in mente. E che ci sembreranno in qualche modo eterne come l’eterno movimento delle onde del mare.