mercoledì 30 marzo 2016

Due cuori e una borsetta
Christina B. Assouad
Youfeel Rizzoli
pag. 134
prezzo € 2,49

La Trama
La collezione autunno-inverno delle borse Martin-Dubois è stata un successo e Giulia Corsi viene convocata dall’amministratore delegato in persona. È il suo momento, quello che stava aspettando da tanto tempo: la promozione, finalmente, e il trasferimento nella sede di San Francisco? Più o meno: Giulia deve prima passare ben tre mesi nel sonnolento borgo marchigiano di Piane di Petrella, per seguire da vicino la produzione delle borse. Per una milanese dal passo veloce e dal ritmo serrato, abituarsi a un paese in cui l’evento mondano più atteso è la festa di San Crispiero è un’impresa quasi impossibile. Solo una cosa è ancora più faticosa: tollerare Vincenzo, un enologo dalla grande carica virile e dal carattere piuttosto arrogante. Ma i giorni passano, e Giulia scopre che le prime impressioni a volte ingannano… ma proprio alla vigilia della sfilata succede l’irreparabile. Non le resta che arrendersi e tornare a Milano! A meno di un intervento divino… 
Un romanzo ricco di sorprese. Come la borsa preferita di ogni donna.

Recensione
Giulia è una donna in carriera, tutta glamour, elegante e sofisticata come le borse che produce la società per cui lavora. E che la spedisce in uno sperduto paesino delle Marche, fra colline e mare, per seguire la produzione di una linea di borse da far realizzare a una piccola impresa locale.
L’impatto con la realtà rurale sarà per Giulia, abituata ai ritmi della grande città, quasi traumatico: i modi di vivere e di intendere il lavoro dei dipendenti che è chiamata a dirigere le sembreranno incomprensibili e assurdi, ancor di più troverà impenetrabile se non odioso Vincenzo, enologo e nipote dei padroni della villa preso la quale Giulia alloggia. Ma i ritmi lenti, sonnacchiosi di un borgo medioevale possiedono una loro innata e arcaica magia, che saprà avvolgere e incantare la bella Giulia che vedrà cadere una per una le sue certezze e le sue convinzioni e soprattutto le sue prevenzioni, anche quelle relative al fascinoso Vincenzo. Fra cibi macrobiotici e succulente specialità marchigiane, scarpe tacco 12 e feste di paese, cene romantiche e vini di gran classe, la storia di Giulia si sviluppa lieve e intrigante, strappandoci sorrisi e portandoci a identificarci in questa protagonista, nei suoi dubbi, le sue scoperte, il suo idillio con Vincenzo bello e appassionato. Fino a che l’irreparabile accade: tutto il mondo di Giulia finisce per capovolgersi, la bella protagonista rientra a Milano con il timore di una sconfitta che le grava addosso…ma… c’è sempre un ma, una possibile sorpresa, una di quelle che ti riscatta e ti cambia la vita radicalmente, irrimediabilmente. Meravigliosamente. 
Di gradevole lettura, grazie anche a una prosa sobria e accattivante, Due cuori e una borsetta è un romanzo che diverte e intriga, frizzante e dolce al tempo stesso. Da assaporare come un pregiato vino d’annata.