lunedì 17 ottobre 2016


Maldindia
Pierpaolo Di Nardo
Polaris
pag. 160
prezzo  € 11,05
e-book €  4,99
         
La Trama 
"...Ma esiste un altro male, un male buono che ti prende e non ti lascia più: si chiama Maldindia": mosaico di racconti per avvicinarsi al Subcontinente e provare a comprenderne le sue ricchezze, diversità e contrasti. Chiave di lettura per l'infinito universo indiano, dove moderno e antico si rincorrono per confondere il viaggiatore, ammaliarlo e catturarlo. Vi ritroverete a correre sui marciapiedi a due piani di Calcutta, inseguiti da un venditore di ombrelli rotti, tra elefanti fermi al semaforo nel cuore di Mumbai, cantando con Shiva nel tempio di Madurai, seduti in un vagone di terza classe sul Toy Train delle Nilgiri Hills, o urlando a squarciagola nella borsa del pepe di Cochin. Sempre alla scoperta di questa grande bellezza che è l'India.

Recensione
Un anno fa, iniziava il mio primo viaggio in India.
Ancora oggi, quel viaggio ha i contenuti e l'ineffabile consistenza di un sogno. E per riafferrare i sogni cosa c'è di meglio della lettura? "Maldindia" di Pierpaolo di Nardo è un piccolo, delizioso diario di viaggio: da Nord a Sud, lo scrittore attraversa il sub continente e fissa immagini come scatti istantanei. C'è l'India che tutti si aspettano e quella meno scontata, quotidiana, delle famiglie al cinema, dei nomadi, delle fiere, del traffico inestricabile. L'autore gioca con il famoso e letterario mal d'Africa e conia un neologismo, Maldindia, tutto unito, scivola tra le labbra come un mantra. Di fatto, l'India penetra così in profondità nell'animo che è impossibile non provarne nostalgia. Impossibile non cercarla ancora, nei viaggi, nei libri, nelle espressioni artistiche. Un libro che si legge d'un fiato: per riassaporare esperienze e per prepararsi a viverle.
                                                                                            Giada Pauletto

Nessun commento:

Posta un commento