lunedì 17 ottobre 2016

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Angela e da oggi sarò per voi una guida alla lettura. Volta per volta vi consiglierò dei libri da leggere, ovviamente dopo che li avrò letti. Inizio a parlarvi di un libro scritto dall’autrice giapponese Banana Yoshimoto, intitolato Kitchen. La Yoshimoto ha la caratteristica di esser molto delicata nel trattare argomenti come la solitudine e la morte, due temi diverse volte affrontati nei suoi romanzi. Vediamo di cosa parla il romanzo


Kitchen
Banana Yashimoto
Feltrinelli
pag. 128
prezzo   €  6,80
e-book  €  4,99

Trama
La protagonista, una ragazza, perde l'unica persona che ha al mondo, la nonna; allora si rifugia nel cuore della casa, la cucina, dove vegeta senza nutrirsi. Quando un suo compagno di scuola e sua madre la invitano a stare nella loro bella casa, dimostra ancora la sua passione per la cucina che rappresenta per lei il luogo dove si prepara il cibo, risorsa basilare della vita, e ci si riunisce per consumarlo. Questa stanza bella e funzionale rispecchia la serenità delle persone che la abitano. Così riprende a mangiare e a vivere. Banana tocca diversi temi: la solitudine, il cibo come risorsa e arte, la transessualità e quello della morte, quello che è a lei più caro. L'autrice amalgama la storia con quello stile lucido e triste e quella sensibilità che rendono ogni suo libro unico.
Durante la lettura ho sottolineato alcuni passaggi che trascrivo qui:
Le sagome nere dei monti contemplavano le strade, più nere della notte. Strade gremite di turisti ubriachi e infreddoliti, con i loro tanzen indossati sopra gli yukata, che ridevano rumorosamente […]
Ero sola sotto le stelle, in una terra sconosciuta. Camminavo sulle ombre dei lampioni che si allungavano e si rimpicciolivano. Per evitare i bar troppo chiassosi, che mi facevano paura, mi spinsi quasi fino alla stazione.
All’interno di questo libro c’è un altro racconto intitolato Moonlight Shadow. Qui la Yoshimoto ci lascia un messaggio di tenerezza ma anche di speranza.
Un libro che tocca davvero il cuore.
E per oggi è tutto, vi rinnovo l’appuntamento al prossimo libro.
Ciao, ciao.
                                                                              Angie Meloni

Nessun commento:

Posta un commento