martedì 20 settembre 2016


L'incantatrice di Firenze
Salman Rushdie
Mondadori
pag. 375
prezzo  €  6,50
e-book  €  6,99

La Trama
Un misterioso viaggiatore dai capelli biondi arriva a Sikri, sede della corte Mogol, e chiede udienza al sovrano Jalalluddin Muhammed Akbar, detto Akbar il Grande. Lo straniero afferma di venire da una sconosciuta, remotissima città di nome Firenze e di avere una storia tanto meravigliosa quanto veritiera da raccontare: una storia che lega i destini della misteriosa capitale d'Occidente da cui proviene a quelli della discendenza del monarca indiano. Inizia così un racconto che, unendo una pirotecnica inventiva a una minuziosissima documentazione, si snoda tra figure storiche gigantesche, una fra tutte Machiavelli, e vede tra i protagonisti l'enigmatica Qara Koz, "Madama Occhi Neri", principessa destinata a sconvolgere con la sua esotica e rara bellezza la raffinata corte medicea. Quanto c'è di vero nel racconto del viaggiatore, il quale afferma di non essere altri che il figlio di Qara Koz? E se ciò che racconta è vero, che ne è stato della principessa? Non si tratterà invece di un bugiardo che, in quanto tale, merita solo la morte?

Recensione
Camminando per Fatepur Sikri, i fantasmi di Jodha e Akbar sussurrano dalle grate, attraversano i fantastici cortili e cantano nel vento. Leggere il libro di Salman Rushdie "L'incantatrice di Firenze", permette di far rivivere la fastosa corte Mogul, riempire le sale di arenaria rossa, sciogliere gli intrighi e le contese. E, soprattutto, permette di gettare un ponte fra gli eventi del denso 500 che cambiarono la vita del mondo intero. Eventi a noi vicini (i Medici, Machiavelli, le Americhe, la Sublime Porta) ed altri solo apparentemente lontani, tessuti fra India, Persia, Mongolia, Trans Oxania. 
Sospeso fra favola e storia, finzione letteraria e realtà, il romanzo scorre ora epico ora irriverente, con una prosa lussureggiante, opulenta, preziosa, chiaramente orientale. 
Da leggere se si amano i romanzi storici, ma anche i fantasy. Da leggere per viaggiare nel tempo e nello spazio. Da leggere durante un viaggio nell'India del Nord e prima di un classico Bollywood 'La sposa dell'Imperatore'. 
E soprattutto da leggere per innamorarsi di personaggi incredibili, uno fra tutti Akbar.
                                                                                   Giada Pauletto

Nessun commento:

Posta un commento