domenica 28 febbraio 2016

Di seguito, segnaliamo un concorso che potrà interessare gli amici autori.
Premio letterario nazionale “Terra di Guido Cavani”



TEMI DEL 2° ANNO

- Sezione Generale
ALL’ULTIMO MOMENTO
Quante volte viviamo una situazione dove speriamo, cerchiamo un attimo che cambi tutto… E improvvisamente càpita qualcosa che sconvolge i piani, che rivoluziona le aspettative nel bene o nel male, che cambia tutto quello che abbiamo vissuto fino a quel punto o che ci fa vedere diversamente il nostro futuro? Momenti che decidono amori, amicizie, aspetti della nostra vita magari importanti.
Storie che si raccontano in serate piacevoli in compagnia se a lieto fine o divertenti e nascoste nella nostra anima quando il finale non è stato quello che ci si prefiggeva.
Racconti di vita vissuta o storie inventate dove l’immaginazione può volare libera di sorprendere chi vi legge: “All’ultimo momento” è un argomento aperto a qualsiasi genere letterario e alle menti più fervide, senza superare le 14.000 battute (spazi compresi).
Anche il secondo Premio Letterario Nazionale “Terra di Guido Cavani” ha una regola fondamentale: alla base la fantasia, come limite il cielo…

- Sezione Giovani
L’ANNO CHE VERRÀ
Nel 1979 il grande Lucio Dalla prevedeva strani e fantastici avvenimenti per il futuro. E voi?
Scrivete – anzi, raccontate – quello che pensate (o che vorreste) ci sia nella vostra città, nella vostra vita, nel vostro mondo.
Un salto nel futuro immaginandovi proiettati magari tra dieci, venti o più anni: fatelo capire in massimo 7.000 battute, e non limitate la vostra fantasia…

Partner Ufficiali,
UNIONE COMUNI DEL FRIGNANO
COMUNE DI MARANELLO
COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO
COMUNE DI POLINAGO
COMUNE DI SERRAMAZZONI
COMUNE DI VIGNOLA
IL RESTO DEL CARLINO
TRC TV
ASSOCIAZIONE CULTURALE “PASSIONE LETTURA” – Monterotondo (Roma)
ASSOCIAZIONE CULTURALE “I POETINERANTI” – Modena
LIBRERIA I LIBRI SUL COMÒ – Maranello

Partner, patrocini e collaborazioni in richiesta,
Regione Emilia-Romagna (già presente nel 1° anno)
Comuni di Spilamberto, Fiumalbo, Palagano, Formigine, Nonantola, Fiorano Modenese
Banca Popolare Emilia Romagna
Museo Ferrari di Maranello / Consorzio Terra del Mito di Maranello
Consorzio Tutela Formaggio Parmigiano Reggiano

PREMESSA
L’Associazione di Promozione Sociale GSCR Pazzano (Serramazzoni – Modena) e l’Associazione Il Mondo dello Scrittore Network (Rozzano – Milano) organizzano il 2° Premio Letterario Nazionale “Terra di Guido Cavani”. L’ideatore e responsabile del Premio è il Sig. Moreno Coppedè.
Articolo 1 – TEMI DEL CONCORSO E ELABORATI
Il tema della Sezione Generale è:
“ALL’ULTIMO MOMENTO”
La lunghezza dei testi di questa sezione, scritti in prosa e in lingua italiana, non deve superare le 14.000 battute spazi compresi scritti con carattere “Times New Roman” corpo 12.
Il tema della Sezione Giovani è:
“L’ANNO CHE VERRÀ”
La lunghezza dei testi di questa sezione, scritti in prosa e in lingua italiana, non deve superare le 7.000 battute spazi compresi scritti con carattere “Times New Roman” corpo 12.
I testi delle due sezioni non potranno avere come titolo gli argomenti assegnati e non dovranno in alcun punto recare indicazione del nome dell’Autore o altro riferimento che consenta il riconoscimento di quest’ultimo, pena l’esclusione del racconto dal Premio. Il nome dell’Autore con i relativi dati personali dovrà essere indicato a parte sul modulo di partecipazione.
Articolo 2 – PARTECIPANTI
Possono partecipare al Premio gli Autori che abbiano compiuto il 18° anno d’età (Sezione Generale) e avere dai 14 anni compiuti ai 18 non ancora compiuti (Sezione Giovani) entro l’ultima data di scadenza di presentazione degli elaborati, date fissate come segue:
GIOVEDI 14 APRILE 2016 alle ore 23.59 per gli invii telematici (farà fede l’orario di arrivo sul server).
GIOVEDI 7 APRILE 2016 per gli invii cartacei e le iscrizioni in libreria (farà fede il timbro postale di partenza nel primo caso e le date sulle ricevute nel secondo).
È riservato agli Autori, di qualsiasi nazionalità, che presentino un’opera di narrativa letteraria inedita (quindi non pubblicata – con o senza codice ISBN – su qualsivoglia supporto e/o comunicata al pubblico attraverso qualunque strumento e/o piattaforma distributiva prima della finale del Premio) scritta in italiano.
È possibile partecipare con più di un elaborato per ogni Autore: per l’eventuale passaggio del turno verrà tenuto in considerazione solamente l’elaborato con il punteggio più alto ricevuto tra tutti quelli che ogni singolo Autore avrà iscritto. È vietata la partecipazione ai Consigli Direttivi delle Associazioni che organizzano il Premio e al Responsabile della manifestazione.
Articolo 3 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La quota di iscrizione viene stabilita, per la Sezione Generale, in € 16,00 per ogni elaborato presentato in gara; di queste, € 5,00 saranno inserite nel Fondo raccolta annuale del Premio per attività benefiche e/o sociali1 e le restanti € 11,00 per le spese effettive dell’Organizzazione.
Per partecipare occorre:
3.1 Inviare l’elaborato in formato .doc/.docx, assieme alle scansioni leggibili dell’avvenuto pagamento della quota d’iscrizione tramite PayPal o Bonifico Bancario3 e alla domanda di partecipazione – Allegato A del regolamento compilata in stampatello – all’indirizzo email del Premio Letterario: terradiguidocavani@gmail.com.
oppure
3.2 Inviare l’elaborato in formato cartaceo, assieme alla fotocopia di avvenuto pagamento della quota d’iscrizione tramite PayPal o Bonifico Bancario2 e alla domanda di partecipazione – Allegato A del regolamento compilata in stampatello – all’indirizzo:
2° PREMIO LETTERARIO “TERRA DI GUIDO CAVANI”
c/o Libreria I LIBRI SUL COMÒ – Via Garibaldi, 40/42
41053 Maranello (MO)
oppure
3.3 Consegnare in una delle librerie autorizzate una copia dell’elaborato in formato .doc/.docx o in formato cartaceo (assieme all’Allegato A del presente regolamento debitamente compilato in stampatello) e quindi procedere al pagamento della quota nella stessa libreria.
3.4 Saranno considerate valide le iscrizioni che prevedano quanto descritto nei punti 3.1, 3.2 o 3.3 entro e non oltre le scadenze del Premio stabilite all’articolo 2.
Per la Sezione Giovani l’iscrizione è gratuita. Per la consegna o l’invio dell’elaborato tenere presente le stesse modalità della Sezione Generale (compilando l’Allegato B).
Articolo 4 – VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI
Sezione Generale
L’Organizzazione del Premio istituisce una Preselezione, un Comitato di Lettura e una Giuria Tecnica.
La Preselezione sarà a cura dell’Associazione “Il Mondo Dello Scrittore Network” di Milano, la quale provvederà alla prima cernita dei racconti in gara. Saranno eliminati i testi che superino il limite di battute consentito all’articolo 1 di questo regolamento, oppure scritti in maniera incomprensibile o giudicati fuori tema; ovvero contenenti esortazioni alla discriminazione razziale, sessuale, religiosa, incitamento alla violenza, contro il buon senso e la legislazione vigente e/o altri temi considerati illeciti. Tra tutti gli elaborati iscritti, Il Mondo dello Scrittore ne porterà 35 in semifinale.
Il Comitato di Lettura, a questo punto, darà la propria valutazione sulle opere rimaste in gara; è formato dagli Assessori alla Cultura dei Comuni che sostengono la manifestazione. Attualmente è così composto:
1 Maria Elena Mililli – Assessore alla Cultura di Maranello
2 Morena Minelli – Vice Sindaco e Assessore alla Cultura di Pavullo nel Frignano
3 Paola Forni – Consigliere Comunale di Serramazzoni con delega alla Cultura
4 Monica Maisani – Assessore alla Cultura di Vignola
5 Luciana Vecchi – Presidente Pro Loco di Polinago e delegato alla Cultura
Tra tutti gli elaborati semifinalisti, il Comitato di Lettura ne porterà 18 in finale alla Giuria Tecnica, attualmente così composta:
1 NUNZIA MANICARDI – Scrittrice e giornalista
2 FABIO MARRI – Professore Ordinario del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna
3 MARIA TERESA GOLFARI – Rettore e Dirigente Scolastico – Centro Giovanni Paolo II di Melegnano (Milano)
4 ETTORE TAZZIOLI – Direttore TRC TV
5 CHIARA MASTRÌA – Collaboratrice cultura e spettacolo del Resto del Carlino
6 ELIS COLOMBINI – Titolare della Colombini Editore
7 MARINA ATZORI – Il Mondo dello Scrittore Network
8 MORENO COPPEDÈ – Responsabile del Premio
La classifica espressa dalla Giuria Tecnica sarà automaticamente la classifica finale ufficiale del Concorso.
Sezione Giovani
L’unica Giuria che valuterà gli elaborati di questa sezione è formata da:
1 MAURIZIO AMATO – Presidente APS GSCR Pazzano
2 IRMA PANOVA MAINO – Presidente MDS Network
3 ROBERTO ROGANTI – Presidente Poetineranti
4 – da definire
I giudizi espressi da qualsiasi Giuria sono inappellabili e insindacabili. I manoscritti pervenuti non saranno restituiti agli Autori e in nessun caso sarà possibile richiedere copia delle schede di lettura realizzate per la valutazione dell’opera. Tutti i partecipanti riceveranno comunicazione dell’iter seguito dal proprio elaborato tramite email, attraverso l’eventuale sito internet dedicato, la pagina facebook del Premio oppure nella propria libreria autorizzata di riferimento.
Fino alla serata finale l’Organizzazione del Premio non darà la possibilità di collegare gli elaborati agli Autori (in tutte e due le sezioni) per preservare la regolarità di chi deve valutare i racconti in gara; nel caso in cui uno o più Autori rendesse/ro pubblico il proprio elaborato o svelassero la paternità del racconto prima della Finale verranno automaticamente esclusi dal Premio in qualsiasi livello si trovino.
Articolo 5 – PREMI
Sezione Generale / Premi principali (7)
Saranno assegnati premi ai primi 7 classificati in base alla valutazione della Giuria Tecnica:
1° classificato = € 700,00 + Targa
2° classificato = € 400,00 + Targa
3° classificato = € 250,00 + Targa
4° classificato = € 175,00 + Targa
5° classificato = € 150,00 + Targa
6° classificato = € 125,00 + Targa
7° classificato = € 100,00 + Targa
L’Organizzazione pubblicherà un’antologia con gli elaborati finalisti delle due Sezioni: in questo caso ne sarà data in omaggio una copia ciascuno agli Autori presenti sul libro; inoltre verrà realizzato un e-book della stessa antologia.
– Sezione Generale / Premi speciali (5)
Il primo racconto della classifica redatta dal Comitato di Lettura consentirà di vincere il “Premio Cultura in Comune”; con i 18 racconti finalisti verrà organizzata una Giuria di lettura su Facebook, composta da lettori abituali e la classifica risultante dalle votazioni assegnerà il “Premio Facebook – Passione Lettura”; verranno organizzate serate di reading pubblico, la cui classifica cumulativa stabilirà il “Gran Premio delle Città”; il quotidiano “Resto del Carlino” istituisce un premio speciale al racconto più meritevole in base al giudizio del proprio giurato; i Poetineranti creeranno eventi in varie località del modenese (e oltre) con dei reading alternativi accompagnati da letture dello scrittore modenese Cavani, in modo da generare il Premio “Guido Coi Poetineranti”.
Nessuno dei premi speciali influirà comunque sulla valutazione finale della Giuria Tecnica, la cui classifica – ripetiamo – sarà considerata a tutti gli effetti la classifica definitiva e ufficiale del Premio. I premi in palio trovano la loro ragion d’essere nel DPR 430/2001, articolo 6, comma 1, lettere a), e).
Sezione Giovani / Premi (3)
Saranno assegnati premi ai primi 3 classificati in base alla valutazione della Giuria Tecnica:
1° classificato = € 200,00 (in libri) + Targa
2° classificato = € 150,00 (in libri) + Targa
3° classificato = € 100,00 (in libri) + Targa
Per poter ricevere uno qualsiasi dei premi previsti dal presente regolamento sarà necessario presenziare alla serata finale, prevista per il giorno SABATO 1 OTTOBRE 2016 all’AUDITORIUM ENZO FERRARI di Maranello. In questa occasione verranno svelate tutte le classifiche finali dei premi mentre in precedenza – appena disponibili – verranno pubblicati solamente i nomi degli Autori dei 35 racconti passati in semifinale, dei 18 che raggiungeranno la finale della Sezione Generale e dei primi 3 della Sezione Giovani, tutti in rigoroso ordine alfabetico.
Articolo 6 – DIRITTI D’AUTORE
Gli Autori degli elaborati, per il fatto stesso di partecipare al Premio, cedono il diritto di pubblicazione – in qualsiasi forma ed esclusivamente per le finalità dello stesso – all’Organizzazione senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore. Gli stessi rimangono comunque di proprietà dei singoli Autori per i suoi successivi utilizzi dopo la Finale del Premio.
Articolo 7 – FINALITA’ E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Il Premio è finalizzato, tra l’altro, alla valorizzazione di Autori inediti e all’assegnazione di premi; i dati raccolti verranno utilizzati esclusivamente ai fini dell’espletamento della manifestazione e alle successive attività di pubblicazione dei lavori di qualsivoglia piattaforma pubblicitaria e/o editoriale.
I dati personali raccolti sono quelli necessari all’individuazione del soggetto che intende partecipare al Premio; l’Organizzazione non potrà ammettere alcun candidato senza lo specifico consenso al loro trattamento inserito nell’allegato.
Articolo 8 – ALTRE NORME
La partecipazione al Premio implica l’accettazione integrale del presente regolamento, senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal Premio.
NOTE
(1) Per il secondo anno il Fondo Beneficenza viene assegnato in parti uguali alla FSHD ITALIA di Roma e al Comitato Genitori di Serramazzoni (MO).
(2) Il pagamento della quota tramite PayPal può essere effettuato in due maniere: a) da conto PayPal a conto PayPal in forma diretta; b) nel caso non si disponga di un conto PayPal è possibile richiedere il pagamento all’Organizzazione: tramite una email successiva sarà possibile effettuare il pagamento dell’iscrizione con carte prepagate, carte di credito o bancomat. 
Sul sito terradiguidocavani.circolodipazzano.it le modalità per il pagamento con questo metodo.
(3) Le coordinate per il Bonifico Bancario: 
Nome conto = Gruppo Sportivo Culturale Ricreativo di Pazzano 
IBAN = IT17Y0503467030000000013525 
Azienda di credito = Banca San Geminiano San Prospero, Agenzia di Serramazzoni 

Causale = 2° Premio Letterario Nazionale TERRA DI GUIDO CAVANI
Il nuovo romanzo di Ledra, fra commozione, sentimenti veri e ironia lieve e sottile.


Puzzle di cuori ( Serie I Piloti)
Ledra 
Amazon Kindle Unlimited
pag. 170
prezzo € 1,99

La Trama
Due amiche, un solo problema: un cuore ridotto in pezzi. Samantha soffre per un matrimonio mancato, Rossella fugge da un ex violento. Un'unica soluzione: aiutare gli altri. Decidono quindi di partire alla volta di Zanzibar per prestare opera di volontariato in un campo di aiuti internazionali. Qui scoprono la bellezza dell'isola, del mare e della natura, ma soprattutto cosa significhi davvero la parola altruismo: aiutare e donare per la sola gioia di farlo. Impegnate a leccarsi le ferite, incontrano due affascinati gemelli, Luca e Cris Thorsen, che inaspettatamente fanno battere loro i cuori, sconvolgono i sensi e mettono in crisi le volontà. Tra commozione ed episodi divertenti, i due fratelli riusciranno a salvare entrambe dalla solitudine o anche loro soccomberanno alla paura dell'amore?  Una storia romanticamente ironica dove quel che conta sono i sentimenti e una grande voglia di rinascita, in cui ci si può innamorare e comprendere il vero Amore.

lunedì 22 febbraio 2016


L’antibagno
Placido Di Stefano
Italic Pequod
pag. 376
€ 20

La Trama
Un ragazzo e una ragazza passano le loro serate seduti sul pavimento dell’antibagno di un Circolo di periferia, di fianco a un lavandino che gocciola di continuo, illuminati dalla luce fluorescente di un neon che ronza sopra le loro teste. È l’inizio del nuovo millennio e i due ascoltano musica da lettori cd portatili e nei loro appartamenti periferici guardano la tele da vecchi apparecchi con il tubo catodico e lo schermo bombato. La città intorno corre nelle strade nelle tangenziali nelle metropolitane mentre loro non fanno altro che starsene seduti di fianco a quel lavandino con le cuffie alle orecchie, come se fossero in attesa di qualcuno o qualcosa.

Recensione 
Con questo romanzo autentico e duro, dallo stile narrativo originale e implacabile al tempo stesso, Placido Di Stefano ci conduce nella Milano degli inizi del ventunesimo secolo. Non nella città sfavillante, degli imprenditori prestati alla politica, delle modelle e dei locali glamour, ma quella, sicuramente più reale e concreta, di un quartiere di periferia con i suoi casermoni anonimi, i suoi centri commerciali pallida e triste imitazione di empori ben più lussuosi, i suoi bar desolati.
Qui si muovono i protagonisti di questa vicenda V. e M.K., due ragazzi che dalla vita non hanno niente, se non la musica che ascoltano di continuo dai loro lettori CD, e che dalla vita, probabilmente, nemmeno si aspettano niente. 
V. soffre di disturbi della personalità, ha difficoltà relazionali e ha una sorta di alter ego, un bullo di periferia che spaccia e che gli ammonisce consigli banali, che in fondo lui né vuole né tantomeno può mettere in pratica.
MK è tossicodipendente, con una madre ammalata gravemente.
Saranno destinati a incontrarsi, a conoscersi e a innamorarsi di un amore intenso e disperato, pervaso di un’intima dolcezza e delicatezza che rimane inespressa fra loro ma che la prosa  dell’autore,  sorprendendo quasi il lettore, sa fare intuire.
Il sentimento che li unisce ha come scenario l’antibagno di un Circolo, dove i due trascorrono istanti fatti di silenzio, musica e frasi spezzettate scandite dall’eterno sgocciolare di un lavandino. Eppure lì, in quella stanzuccia squallida e disastrata, i due protagonisti riusciranno a trovare una propria dimensione differente da quella quotidiana fatta di alienazione e perfide violenze, creando un proprio spazio alternativo alla vita di sempre che ne rimane interdetta. Almeno per quei pochi momenti di sospensione nei quali la musica dei Nirvana e di altri gruppi rock sembra farsi quasi più dolce, meno disperata.
Ma quando le porte dell’antibagno si riaprono sull’esistenza di ogni giorno, V. e M.K. ritrovano la violenza di sempre (personificata nel caso di V dalla moglie del datore di lavoro che lo perseguita e tormenta e per M.K. da Ivo, lo spacciatore che la rifornisce di coca). 
Il finale della loro storia non è né poteva essere felice.
Con una prosa originale, con costanti richiami a brani musicali e a scritte pubblicitarie e no, che fanno da contrappunto all’intenso lavorio della mente dei protagonisti e ne rispecchiano e amplificano le emozioni, le paranoie, le decisioni azzardate, Placido De Stefano narra una vicenda dura e coinvolgente, di quelle che sembrano un pugno nello stomaco, che fanno pensare e fanno male allo stesso tempo. L’autore sa dipingere perfettamente la periferia di una grande città e il lettore avrà l’impressione netta, definita, di camminare accanto ai protagonisti lungo quei viali di edifici grigi, i cui muri sono ravvivati da qualche scritta come quelle che leggono i due protagonisti e, il più delle volte disperata, come loro.

Beirut, la notte
Diane Mazloum
Gremese Editore
pag. 192
prezzo € 14

La Trama
Nell’arco di una serata – durante la partita in TV Germania-Ghana dei mondiali 2010 – sei personaggi, ragazzi e ragazze, si incrociano, si schivano, si sfiorano, si amano e si perdono. Marylou distrugge i ricordi degli amori passati; Kamal apprende la notizia della tragica morte della ragazza di una sera; Anis deve ammazzare il tempo che lo separa dall’inizio della partita; Osman ha perso le speranze di poter passare la notte con la donna amata; Zalfa si strugge per aver rincontrato il suo amore di dieci anni prima e Olivia viene portata in commissariato. La gioventù libanese è quella dei “figli della guerra”, oggi trentenni, che giocano all’amore e alla morte, una generazione ultratecnologica ma senza punti di riferimento.

Recensione
Un romanzo che ha per vera e indiscussa protagonista Beirut, con i suoi contrasti, il suo fascino antico e il suo danzare perenne sull’orlo dell’abisso.
In questa città dal fascino eterno e immutabile, che resiste anche agli orrori della guerra e di una ricostruzione selvaggia, fra modernità e richiami al passato, tramonti suggestivi che colorano il cielo di viola, palazzi sventrati e mezzi militari, discoteche, negozi di lusso e botteghe dimenticate, si muovono i protagonisti del libro.
L’autrice descrive con uno stile sobrio, elegante e sempre venato di sensualità, le vicende di sei giovani che si incroceranno e intrecceranno durante una serata.
Il lettore avvertirà sempre presente l’ombra di quella violenza e della minaccia di guerra che incombe in ogni istante sulla capitale libanese, come se facesse ormai parte di un destino irrimediabile che la accompagna ma avrà anche la sensazione splendida di camminare lungo la Corniche, il suo celebre lungomare e di penetrare, in qualche modo, il segreto di questa città che sa, come sanno i suoi abitanti e fra loro i protagonisti del romanzo, mantenersi sempre viva e comunque rinascere.

domenica 7 febbraio 2016

Segnaliamo l’antologia Attimi di noi che raccoglie i racconti di ragazzi che sono stati colpiti dal cancro. L’antologia, a cura dell’associazione Adolescenti e cancro è scaricabile direttamente dal sito dell’associazione. 


Il guardiano invisibile
Dolores Redondo
Salani Editore
pag. 393
prezzo € 12,68
ebook  € 9,99

La Trama
Amaia Salazar non è una donna qualunque. È una poliziotta esperta e intelligente, che è riuscita a superare l'ostilità dei colleghi uomini fino a guadagnarsi la loro stima. Anche la sua vita privata è ricca e appagante, grazie a un marito che la ama moltissimo. Ma quando una serie di delitti atroci la richiamano nel paese di origine dove vive la sua famiglia e che Amaia era ben felice di avere abbandonato, ogni certezza si sgretola improvvisamente: antiche angosce si risvegliano, segreti che sperava dimenticati e che invece ritornano, come se fossero misteriosamente collegati a quegli omicidi. Per risolvere il caso Amaia è costretta a confrontarsi con il lato buio della sua anima mettendo a rischio la solidità della propria vita, i legami familiari, perfino la certezza del proprio lavoro, e cercare l'assassino lungo i sentieri di antiche leggende, superstizioni inquietanti che parlano di un potere ancestrale e invincibile...

Recensione
Primo episodio de La trilogia del Batzan, Il Guardiano Invisibile è un thriller ben scritto, con una protagonista intelligente e tormentata, un’ambientazione suggestiva, i boschi della Navarra  e il villaggio  Elizondo, che fanno da scenario a una serie di omicidi con vittima ragazze molto giovani, riferimenti affascinanti a tradizioni e figure mitologiche della cultura basca.
Amata Salazar, poliziotta a capo di una squadra investigativa tutta al maschile, si ritrova a indagare le morti violente di ragazze molto giovani e che presentano una scenografia tanto raccapricciante quanto inquietante.
Per risolvere il caso, la protagonista dovrà trascorrere un periodo nel villaggio di Elitzondo, teatro dei vari crimini. Un posto incantevole con le sue stradine e il fiume che lo attraversa, ma dove Amaia, cha vi ha trascorso un’infanzia non certo felice, non vorrebbe mai tornare e dove si ritroverà a fare i conti con i fantasmi di un passato che ritorna.
In un continuo incrociarsi fra realtà e fantasia e sotto lo sguardo attento ed eterno di creature mitiche, fra problematiche esistenziali e indagini serrate, conflitti familiari e tensioni professionali, la trama si sviluppa coinvolgendo e affascinando il lettore fino ad arrivare a un finale amaro e inatteso. 
Il guardiano invisibile, nonostante alcuni spunti forse non adeguatamente sviluppati, convince per l’originalità nella narrazione e per la figura della protagonista, tratteggiata e caratterizzata con profondità. A proposito di Amaia Salazar, la si avvicina all’ormai noto commissario Adamsberg di Fred Vargas, il che non convince del tutto vista la profonda diversità dei due personaggi, della loro indole e del modi di affrontare le diverse problematiche personali e professionali. Tanto Adamsberg è, almeno in apparenza, lieve e svagato, tanto è intensa e a volte drammatica, Amaia.
Segnaliamo Andorra di Peter Cameron. Trama interessante e ben sviluppata, prosa elegante e impeccabile resa ottimamente dalla traduzione, ambientazione suggestiva. Per chi crede che il passato non possa mai scomparire del tutto e che nulla è come sembra…


Andorra
Peter Cameron
Adelphi
pag. 236
prezzo € 15,30

Lasciatosi alle spalle San Francisco insieme a quel che gli era necessario lasciare – «cioè tutto» –, Alex Fox approda a La Plata, la soleggiata capitale del minuscolo Sta­to di Andorra, dove spera di poter cominciare una nuova vita. E la scelta sembra quanto mai azzeccata: «Chiunque viva ad Andorra viene considerato suo cittadino» recita la Costituzione, e in effetti sono in molti a mostrarsi subito ansiosi di conquistare le simpatie del nuovo arrivato. Come Mrs Reinhardt, anziana ospite del­l'unico albergo in città, che chiede ad Alex di leggere per lei; o Sophonsobia, matrona della potente famiglia Quay, che certo non sarebbe contraria a una liaison tra lui e l'amabile figlia Jean; o i coniugi Dent, che ben presto lo mettono a parte dei lati meno limpidi del loro matrimonio. Approfondendo via via le sue nuove conoscenze, Alex si renderà conto di non essere il solo a fuggire dal proprio passato, finché, sempre più coinvolto nella vita sotterranea di Andorra, scoprirà «le stanze grigie e senza finestre dietro al favoloso scenario». E quando dalle acque del porto di La Plata emergeranno due cadaveri con chiari segni di morte violenta, lui sarà fra i principali indiziati: la tragedia, è fatale, non può essere trascesa, né cancellata o dimenticata. Già in questo romanzo Peter Cameron si mostra a proprio agio nell'universo narrativo che ha affascinato i lettori di Coral Glynn, e perfettamente padrone di quella tecnica del progressivo disvelamento che non mancherà, anche qui, di tenerci avvinti alle sue pagine – sino al colpo di scena finale.