mercoledì 10 dicembre 2014


Il ragazzo giusto 
Vikram Seth 
TEA 
pag. 1618 
prezzo € 13,60 


La Trama
Siamo a Brahmpur, nell'India settentrionale; è il 1951. La signora Rupa Mehra ha appena benedetto il matrimonio della figlia Savita e già sta pensando all'altra figlia, Lata, e al "buon partito" che sicuramente troverà anche per lei. Ma Lata ha deciso di opporsi all'usanza dei matrimoni concordati: vuole scegliere da sé l'uomo con cui dividere l'esistenza... Da qui, pagina dopo pagina, il quadro si allarga e accoglie un'intera genealogia di personaggi, uomini e donne che vivono, lavorano, si scontrano, si amano, intrecciando le loro avventure e i loro sentimenti agli avvenimenti storici e politici del loro Paese sontuosamente magico e drammaticamente povero, saggio e dissennato, antichissimo e bambino.

Recensione
Un’opera magistrale. Un intreccio sapientemente creato di vicende personali, sentimentali e di vita dei diversi personaggi che si intrecciano con la storia dell’India degli anni cinquanta agli albori della sua riconquistata indipendenza in un affresco poderoso e vibrante. 
In un paese in bilico fra ossequio assoluto alla tradizione e la ricerca affannosa e confusa di una modernità non del tutto compresa e mai completamente accettata, fra spiritualità orientale e materialismo incipiente, assistiamo e seguiamo le vicende di quattro famiglie socialmente importanti che rappresentano con le loro storie le contraddizioni e le aspirazioni dell’enorme sub continente indiano. 
Leggeremo con un interesse sempre più vivace e intenso, che la scrittura di Seth saprà suscitare in noi, di momenti storici essenziali nello sviluppo indiano (per esempio la riforma agraria con l’abolizione del regime del latifondo) e le ripercussioni che ne derivano. 
Seguiremo la vicenda di Lata ragazza indipendente e volitiva che vorrebbe trovare da sé il marito giusto, tentando di sfuggire alla tradizione dei matrimoni combinati e al pressante controllo della madre ( che alla fine ci diventerà anche simpatica con la sua patetica ostinazione).
Ci troveremo coinvolti in un susseguirsi di tradimenti, rese di conto, scalate sociali sullo fondo di città polverose e caotiche, alcune reali altre create dalla fantasia di Vikram Seth ma pur sempre del tutto autentiche, nella quali coesistono la miseria più estrema e la ricchezza di pochi. 
Respireremo l’aria del Gange, vedremo dinanzi a noi le sue acque limacciose eppure purificanti nelle quali si bagnano i fedeli e incontreremo i sadhus, il loro ascetismo che diviene a volte un distacco forse disumano, le loro intime contraddizioni.
Vedremo muoversi di fronte a noi personaggi intensi e indimenticabili che rappresentano tutti le infinite sfaccettature di un paese che ci affascina da sempre ma la cui essenza più intima e profonda continuamente sfugge.
Il ragazzo giusto è un libro sicuramente da leggere o meglio “A SUITABLE BOY may prove to be the most fecund as well as the most prodigious work of the latter half of this century - perhaps even the book to restore the serious reading public's faith in the contemporary novel ... You should make time for it. It will keep you company for the rest of your life” Daniel Johnson, The Times.

Nessun commento:

Posta un commento