mercoledì 30 luglio 2014


Lo Hobbit 
John R. R. Tolkien 
Bompiani Collana I grandi Tascabili 
pag. 417 
prezzo € 24,65 
ebook formato Kindle € 8,99 

La Trama
Protagonisti della vicenda sono gli hobbit, piccoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell'ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da un temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell'impresa, inconsapevole che lungo il cammino s'imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.

Recensione
"Questa è la storia di come un Baggins ebbe un'avventura e si trovò a fare e dire cose del tutto imprevedibili" (J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit). 
Così inizia Tolkien il suo racconto e così conosciamo Bilbo, uno hobbit che vive tranquillo, in un bella caverna della Contea, nella Terra di Mezzo, fino al giorno in cui irrompono nella sua vita lo stregone Gandalf e tredici nani. 
Vogliono convincerlo a partecipare a una pericolosa impresa: recuperare un tesoro controllato dal feroce drago Smaug, nella lontana Montagna solitaria... 
Il protagonista si troverà così catapultato in un mondo sconosciuto, tra foreste incantate, orchi, ragni giganti, contro i quali dovrà combattere, sognando sempre la sua comoda casetta.
Ho provato simpatia per Bilbo Baggins fin dalle prime righe: la descrizione del suo aspetto fisico, del mondo che lo circonda e di tutto ciò che lo riguarda, mi ha strappato un sorriso di tenerezza che non mi ha mai abbandonato nel corso della lettura.
Il nostro piccolo personaggio, che all'inizio appare pavido e desideroso solo di stare nella poltrona della sua bella caverna, man mano che la storia prosegue, acquista sempre più forza, tanto da stupirci alla fine per le grandi dimostrazioni di astuzia con le quali sbroglia tutte le matasse.
È pur vero che l'anello dell'invisibilità fa la sua parte aiutandolo, ma egli sa utilizzarlo al meglio, mettendo in campo diverse strategie, per sconfiggere i nemici. 
Non mancano momenti divertenti: i cavalli che vanno ad avvisare Beon, il Gollum col suo "tesssoro", le canzoncine che accompagnano le missioni.
La grandezza di Tolkien, se mai vi fossero dubbi a riguardo, si è fatta apprezzare nel dialogo fluido e nella narrazione, coinvolgente e scorrevole, che mi hanno fatto vivere i luoghi del suo mondo fantastico, amare i personaggi, ben caratterizzati, ed emozionare con loro. 
Mi sono trovata sugli alberi con i nani mentre il fuoco li lambiva; ho volato con Bilbo aggrappato alla grande aquila; ho fatto il tifo per lui contro i ragni e contro i giganti, ho tremato e ho lottato a denti stretti. 
Questa lettura è risultata piacevolissima e vivace, la trama non dà un attimo di tregua: la genialità letteraria dell'autore si accompagna a una fantasia ricca di contenuti.
È un romanzo fiaba che consiglio a lettori di ogni età.

                                                                    Vittoria Nicandri

Chi è Vittoria Nicandri
Appassionata lettrice da sempre, sono cresciuta con Piccole donne, Pattini d'argento, Cuore e Topolino.
Mi sono laureata in lettere moderne, ho lavorato per una casa editrice e ho insegnato per diversi anni. 
Attualmente mi dedico alla famiglia e nel tempo libero coltivo i miei molteplici interessi. Quali sono? Fotografia, yoga, maglia, scrivere racconti per bambini...

Nessun commento:

Posta un commento