domenica 25 maggio 2014















Le cose che sai di me  
Clara Sanchez
Garzanti Editore collana Narratori Moderni 
pag. 319 
prezzo € 18,60 

La Trama
Patricia lavora come modella, ha successo, una vita agiata, una bella famiglia e un matrimonio felice. Di ritorno da un viaggio di lavoro, in aereo conosce Viviana la passeggera che le siede accanto, che la avverte che qualcuno desidera la sua morte. Del tutto scettica e per nulla superstiziosa, Patricia, tornata alla sua vita di sempre, decide di dimenticare quella profezia tanto sinistra fino a che una serie di incidenti, apparentemente fortuiti, che riguardano la sua persona e il suo lavoro, la indurrà a ricercare Viviana per avere una spiegazione. E nulla sarà più come prima.

Recensione
All’età di ventisei anni, Patricia ha tutto: un lavoro glamouroso come modella, un marito pittore del quale è innamoratissima, una bella casa in una zona esclusiva di Madrid, un cospicuo conto in banca. Durante un volo aereo, la passeggera accanto a lei, Viviana, la avvisa che qualcuno vuole la sua morte. Patricia non penserà più a quelle parole ma il verificarsi di numerosi incidenti la farà ricercare Viviana per capire che cosa sta accadendo.
Da questo momento, le certezze che costellavano la vita della giovane modella inizieranno a vacillare fino a scomparire totalmente e Patricia finirà per trovarsi di fronte a una situazione del tutto diversa da quella abituale.
Il romanzo esplora tematiche complesse e sempre attuali quali i condizionamenti affettivi e sociali che portano a un’accettazione acritica (se non vile, come suggerisce l’autrice fra le righe) di determinati ruoli personali e professionali, con la conseguente alterazione della realtà. Di qui l’ingenuità e la generosità ostinata della protagonista. 
Patricia, con l’aiuto di Viviana una donna che ha molto sofferto e che per questo costituisce presumibilmente il suo opposto, arriverà alla chiave di lettura della sua vita e a rimettere tutto in discussione.
Il finale inatteso, lascia spazio a diverse interpretazioni e possibilità.
L’impostazione della trama che ricorda per certi aspetti un thriller, la prosa dal ritmo serrato rendono la lettura piacevole e fanno quasi dimenticare la circostanza che, a tutto considerare, la vicenda narrata possa mancare di una certa credibilità.

                                                                                                            Laura Bassutti 

Nessun commento:

Posta un commento